Crea il tuo curriculum vitae professionale

Compila gli spazi vuoti, scegli il modello che preferisci e scarica il tuo curriculum vitae in pochi minuti.

Crea il tuo CV
Modello di curriculum vitae Verticale
Modello di curriculum vitae Verticale
Modello di curriculum vitae Metro
Modello di curriculum vitae Elegante
Modello di curriculum vitae Casual
Modello di curriculum vitae Classico
Modello di curriculum vitae Lusso
Modello di curriculum vitae Semplice
Modello di curriculum vitae Crono
Modello di curriculum vitae Professionale
Modello di curriculum vitae Rotondo
Modello di curriculum vitae Orrizontale
Modello di curriculum vitae Moderno

Come funziona

Recensioni

4,4 / 5

Sulla base di 22.761 recensioni su Trustpilot

Giuliano

Giuliano

Consulente

Sito fantastico con tools davvero utili se stai cercando un nuovo lavoro. Lo consiglio!

Giuliano

Giuliano

Consulente

Sito fantastico con tools davvero utili se stai cercando un nuovo lavoro. Lo consiglio!

Emma

Emma

Selezionatore

Se vuoi scrivere CV professionali e lettere di presentazione che impressionino un datore di lavoro devi provarlo!

Andrea

Andrea

Libero Professionista

Davvero facile da usare e ci sono tutti gli strumenti per creare CV che sappiano differenziarsi.

Marco

Marco

Web developer

Design intuitivo che offre a chi cerca lavoro tools davvero perfetti per candidarsi agli annunci di lavoro.

Tutto sul curriculum vitae quando vuoi candidarti

Sei alla prima esperienza di lavoro o sei un professionista dalla lunga e articolata carriera e vuoi cambiare lavoro? In entrambi i casi ti serve un curriculum vitae, o curriculum o CV, usando l’abbreviazione. Curriculum vitae deriva dal latino e significa “Corso delle vicende biografiche, di studio e lavorative di una persona in breve”. Ed è proprio questo! Il CV è infatti un documento che riassume in modo completo e puntuale tutta la tua carriera professionale, incluse competenze ed esperienze rilevanti, senza dimenticare il percorso formativo. E’ uno strumento fondamentale nel momento in cui si fa domanda per un lavoro, sia che si tratti di una candidatura spontanea che di una risposta ad un annuncio di lavoro: infatti sarà il primo strumento di selezione per il responsabile delle risorse umane. Se il curriculum vitae sarà capace di attirare l’attenzione del selezionatore e di farti differenziare dalle altre candidature, allora ti aprirà le porte verso il primo colloquio di lavoro.

Ogni curriculum vitae è unico perché personale ma vi sono alcune sezioni che non possono mai mancare nel momento in cui vuoi presentare una candidatura per trovare un lavoro. Qui di seguito l’elenco completo delle sezioni da inserire per creare un curriculum vitae perfetto.

Dati personali

Per cominciare una riflessione: nel momento in cui un selezionatore o un datore di lavoro vuole contattarti, deve poterti trovare. Ecco perché i dati personali vanno inseriti all’inizio del curriculum vitae: il tuo nome e cognome, il tuo indirizzo di domicilio (talvolta è importante la vicinanza con la sede di lavoro), il tuo numero di telefono e la tua e-mail. Nel caso in cui venga richiesta la patente è qui che è bene segnalarla. Se possiedi un profilo LinkedIn, un contatto Skype o un sito web personale, puoi mettere i link in questa sezione dei dati personali. E’ da sapere che informazioni come la data e il luogo di nascita o lo stato civile non sono obbligatorie; se ritieni che possano diventare fonte di discriminazione nel processo di candidatura, dovresti ometterle.

Aggiungere una foto al curriculum vitae non è obbligatorio ma può aiutare il selezionatore a ricordarsi di te. Se deciderai di inserire una tua foto è importante che sia uno scatto professionale, con una bella luce e in cui tu sia vestito in modo altrettanto professionale. La foto deve essere inserita in alto, nell’angolo destro o sinistro del tuo curriculum vitae.

Profilo personale

Nella prima parte del CV è consigliabile inserire il profilo personale. Si tratta di un breve sunto di circa 5 righe per mettere in evidenza tue esperienze professionali, la tua formazione e le tue skills. L’obiettivo del profilo personale è di attirare l’attenzione del selezionatore e invitarlo a leggere il tuo CV. Assicurati di includere nel testo parole chiave rilevanti per l’annuncio di lavoro a cui ti stai candidando, in modo da mostrare immediatamente che sei tu il candidato ideale per quella posizione.

Esperienze lavorative

Soprattutto per i profili professionali medior e senior, la sezione relativa alle esperienze lavorative rappresenta il punto focale del curriculum vitae. Elenca le tue esperienze lavorative degli ultimi 10/15 anni in maniera compatta, usando gli elenchi puntati in modo che il selezionatore ne abbia fin da subito una visione completa. E’ preferibile non lasciare lacune temporali nel curriculum, potrebbe essere causa di valutazioni negative. Se sei stato fuori dal mondo del lavoro per qualche tempo, spiega brevemente che cosa hai fatto in quel periodo. Focalizzati sugli aspetti positivi: magari ti sei dedicato a sviluppare una competenza o a imparare qualcosa di nuovo sul tuo settore di attività.

Studenti o neo laureati senza esperienza possono inserire stage, tirocini e esperienze di volontariato nella sezione Esperienze lavorative per comprovare le proprie competenze.

Istruzione e formazione

Oltre alle esperienze lavorative, anche la tua formazione scolastica e/o professionale rappresenta una delle parti più importanti del curriculum vitae. Assicurati di inserire per primo l’ultimo percorso formativo frequentato, indicandone caratteristiche, sede e data. Se stai muovendo i primi passi nel mondo del lavoro o sei alla ricerca di uno stage, questa sezione Istruzione e formazione andrebbe posta prima della sezione Esperienze lavorative.

Anche se sei un professionista affermato, non dimenticare di includere nel CV le informazioni relative alla tua educazione e formazione: se vuoi cambiare lavoro, la laurea resta una componente rilevante del tuo percorso accademico così come gli ultimi corsi di approfondimento a cui hai preso parte. Qui possono essere inseriti anche specifici corsi professionalizzanti, oltre alle certificazioni ottenute.

Hard skills e competenze informatiche

Le hard skills sono sono competenze misurabili che hai acquisito attraverso la pratica o durante la tua formazione. Esempi di hard skills sono l’abilità di analisi, le conoscenze linguistiche, le conoscenze informatiche, la capacità di guidare un carrello elevatore. Assicurati di includere nel tuo CV una lista di 5/7 hard skills inerenti al tipo di professione per la quale ti stai candidando.

Per le conoscenze informatiche, è consigliabile creare una sezione a parte nel curriculum vitae in cui inserire la lista dei software conosciuti. Se possiedi certificazioni specifiche, puoi elencarle allo stesso modo qui.

Soft skills o competenze trasversali

Le soft skills o competenze trasversali sono le capacità relazionali e comportamentali che tu possiedi. Non sono voci misurabili ma definite dalle tue caratteristiche personali e dalle capacità intellettuali e di relazione sociale. Esempi di soft skills sono capacità di risolvere i problemi, lavoro in team, empatia, gestione del tempo. Sono tantissime le soft skills che possono essere menzionate, ma ricordati di inserire solo quegli aspetti che faranno la differenza candidandoti a quella specifica posizione lavorativa.

Conoscenze linguistiche

Oggigiorno la conoscenza delle lingue straniere è sempre più importante. Questa sezione deve essere quindi messa in chiara rilevanza, indicando la lingua madre e poi, a seguire, tutte le conoscenze linguistiche da te possedute, indicandone il grado di competenza: molto buono, buono, base e così via. Secondo il Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue, i livelli linguistici sono da raggrupparsi in tre fasce: A, cioè il livello base, B, il livello autonomo, e C, piena padronanza della lingua. Per essere più credibili puoi anche aggiungere al curriculum vitae l’elenco delle tue certificazioni linguistiche, se ne hai, oppure quelle esperienze fatte all’estero che potrebbero giustificare le conoscenze linguistiche.

Hobby e interessi

In questa sezione del tuo curriculum vitae puoi elencare hobby e interessi che sono in grado di dare alla tua candidatura ancor più personalità, como uno sport o il saper suonare uno strumento musicale. Gli hobby possono servire a confermare indirettamente le conoscenze trasversali o skills. Ad esempio, se ti piace la fotografia, questo conferma le tua creatività e in parte la tua abilità tecnica. Tuttavia, considera di inserire i tuoi hobby nel CV solo se portano un reale vantaggio aggiuntivo alla tua candidatura e se questi potrebbero suscitare interesse nel lettore del tuo curriculum vitae. Non è consigliato invece elencare interessi che potrebbero esprimere il proprio orientamento politico o religioso.

Referenze

Per determinate mansioni di lavoro potrebbe essere utile indicare le referenze. La lettera di referenze equivale a fornire una prova delle proprie qualifiche e competenze. Le referenze scritte non sono però richieste dalla legge e quindi vanno inserite solo se pertinenti alla posizione lavorativa. Non ci sono clausole sul loro formato: possono anche essere solo brevi dichiarazioni di precedenti datori di lavoro o docenti. In alternativa alle referenze scritte, puoi includere nel CV un elenco di possibili referenti con i relativi contatti, persone che si sono date disponibili a testimoniare le tue competenze nel caso in cui un potenziale datore di lavoro volesse fare qualche approfondimento.

Mentre la lettera di presentazione serve a colpire il lettore mettendo in evidenza il tuo stile e le tue peculiarità e aiutandoti ad esprimere la tua motivazione nel candidarti a una posizione specifica, il curriculum vitae deve offrire una panoramica completa e significativa delle tue competenze per questa posizione. Il curriculum deve aumentare le possibilità di essere selezionato e trovare lavoro: deve quindi fornire al responsabile delle risorse umane informazioni sulla tua formazione e sull'esperienza pregressa dimostrando così che tu sia il candidato ideale per quel profilo professionale. Scrivere il tuo CV in modo corretto è importante: mentre crei il tuo curriculum vitae, assicurati che non sia una noiosa sequenza di date, ma cerca di dare un tocco di personalità al CV. Questo puoi farlo scegliendo il template per CV adeguato, inserendo hobby o competenze trasversali peculiari, o anche mettendo una foto di profilo, purché adeguata. Puoi vedere qui esempi di curriculum vitae ben strutturati.

Abbiamo parlato di contenuto ma non dobbiamo dimenticarci che quando dobbiamo creare un curriculum vitae anche la struttura e il layout di un CV sono fondamentali! Un curriculum vitae strutturato correttamente permette al selezionatore di acquisire una rapida panoramica di chi sei e di capire immediatamente il motivo per cui sei tu il candidato ideale. Riassumendo, le prime informazioni da inserire sul curriculum sono i dati personali più importanti compresi i dettagli di contatto e, volendo, una foto. A seguire l’esperienza professionale e la formazione, nonché le conoscenze linguistiche e informatiche, e le soft skills. Infine, puoi aggiungere hobby e interessi. In Italia è buona norma (ma non obbligatorio) inserire al termine del curriculum la frase relativa all'autorizzazione al trattamento dei dati personali e cioè “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell'art. 13 GDPR”.

Per quanto riguarda il design del CV, vi è la possibilità di usare il modello di curriculum vitae formato europeo oppure dei modelli già precompilati che devono essere solo personalizzati. Certamente, con questa seconda opzione, la grafica risulterà più impattante. Se hai bisogno di aiuto per creare un CV professionale, Jobseeker offre tanti modelli di curriculum vitae dal design moderno.

Oltre al contenuto e alla struttura del curriculum vitae, non dimenticare che anche un’ortografia e una grammatica corrette sono importanti. La presenza di errori darebbe un’immagine molto negativa del tuo profilo.

Ricordati che lo scopo del curriculum vitae è fornire una panoramica dettagliata ma allo stesso tempo sintetica del tuo percorso formativo e professionale, in modo preciso e conciso. Questo significa che per essere il più leggibile possibile non dovrebbe essere più lungo di tre pagine al massimo. Ti consigliamo poi di non usare frasi troppo articolate ma inserire elenchi puntati, grassetti e parole chiave che evidenzino all’occhio del selezionatore i concetti più significativi. Se hai bisogno di più aiuto per creare un CV efficace, ti suggeriamo di leggere i nostri articoli su come scrivere un curriculum vitae. Ti forniranno tutte le informazioni di cui necessiti.

Quale font per il curriculum?

Perché il CV risulti leggibile agli occhi del selezionatore, il formato del font gioca un ruolo rilevante. Per facilitare la lettura, si consiglia di usare l'interlinea 1,15 e un carattere classico come Arial o Times New Roman. Seleziona una dimensione del font tra 10 e 12 punti e mantienila costante in tutto il curriculum vitae. Se ti stai candidando per un lavoro come designer potresti osare un po’ di più, ma assicurati comunque che il formato non si ponga troppo in primo piano, perché il contenuto è ancora più importante di un design accattivante.

In linea di principio, quale curriculum vitae utilizzare dipende dalla tua esperienza professionale e formativa e dall’annuncio per cui ti stai candidando. Tra i formati tradizionali rientrano il curriculum vitae cronologico, il CV funzionale (basato sulle skills), e il CV Europass. Tra i formati non tradizionali, invece, troviamo il CV infografico o creativo e il video curriculum. Vediamo nello specifico alcune differenze.

Curriculum vitae cronologico

Come dice la parola stessa il curriculum vitae cronologico è quello che segue l’ordine temporale delle esperienze professionali. Può essere compilato come curriculum cronologico diretto, secondo cui le informazioni vengono ordinate dalla piú vecchia alla piú recente, oppure inverso, partendo dall’esperienza professionale e da quella formativa più recenti. E’ questa la forma di curriculum vitae più utilizzata e forse la più semplice da capire. L’aspetto negativo sta nell’evidenziare i periodi inattivi di lavoro, qualora ve ne fossero.

Ordinare le informazioni all’interno del curriculum vitae funzionale significa distribuirle per tema e argomento. In tale cv i talenti vanno specificati ponendoli in relazione sia agli obiettivi raggiunti nel tempo sia alle caratteristiche ricercate dall’annuncio di lavoro.

Nel cercare un lavoro, uno dei principali vantaggi del curriculum funzionale, detto anche tematico, è che le competenze del candidato vengono immediatamente evidenziate facilitando il compito del selezionatore. Questo tipo di curriculum è particolarmente consigliato per le persone con esperienze professionali molto differenti tra loro e che hanno lavorato in diversi settori.

Altri tipi di curriculum vitae

  • Video curriculum: grazie alla tecnologia moderna e agli smartphone, oggi è abbastanza facile creare un curriculum vitae tramite video. Tuttavia, il video curriculum non dovrebbe sostituire i classici documenti di candidatura, ma può essere presentato in aggiunta.
  • Curriculum creativo: si distingue da quello tradizionale per avere un formato unico e originale. Il contenuto è pressoché lo stesso del CV classico ma è il modo di presentare le informazioni che cambia, dato che nel curriculum creativo vengono inseriti forme, immagini, colori, grafici e simboli. Ricorda che questo tipo di curriculum è di solito consigliato per posizioni creative come in marketing, pubblicità o graphic design.

Il curriculum vitae europass (chiamato anche curriculum vitae europeo) è un modello standardizzato di CV nato nel 2002 per offrire ai cittadini dell’Unione Europea la possibilità di presentare in modo chiaro e completo l'insieme delle informazioni relative alle proprie qualifiche e competenze, in maniera al pari riconoscibile nei diversi Paesi UE. Il cv europeo è subito stato accolto con favore dagli uffici di selezione del personale in quanto strumento che facilita la lettura trasparente delle esperienze lavorative, delle competenze acquisite e dei titoli di studio.

Come creare un curriculum vitae europeo

Il curriculum vitae europass si sviluppa in due colonne: in quella di sinistra sono presenti le voci richieste e in quella di destra la compilazione del candidato. Le prime informazioni da inserire sono i dati anagrafici generici per poi passare alle diverse sezioni che sintetizzano le capacità e la formazione del candidato.

Il cv europass è sicuramente utile per chi sta cercando lavoro all’estero o ha già avuto esperienze lavorative in Paesi stranieri e deve inserirle a curriculum. Inoltre il template è a disposizione sul web e la compilazione può essere effettuata autonomamente anche con l'ausilio delle istruzioni per la compilazione diffuse dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalle istituzioni comunitarie.

Dall’altra parte, però, quella proposta del cv europeo è una formattazione molto rigida, difficilmente modificabile, la cui struttura è tale da portare il candidato a scrivere sovente banalità. Inoltre il curriculum vitae europeo impone una struttura cronologica e questa non sempre si adatta al profilo del candidato per un certo tipo di annuncio.

Su Jobseeker con un solo click puoi tradurre il tuo curriculum vitae nella lingua che ti interessa, ad esempio per ottenere un CV in inglese chiaro e efficace.

Se hai letto queste FAQ perché devi scrivere un curriculum vitae, hai certamente capito che sono molteplici gli aspetti di cui tenere conto nel creare un nuovo cv: la struttura, il contenuto, il formato. Elementi che, per altro, possono cambiare a seconda del Paese in cui stai proponendo la tua candidatura. Quel che è certo è che fare un riassunto chiaro, completo e puntuale della propria carriera e del proprio percorso formativo non è semplice. Ma non devi però perderti d’animo perché su Jobseeker puoi trovare articoli, esempi e strumenti utili per aiutarti a creare un curriculum vitae professionale efficace.

Creare un cv su Jobseeker per trovare un lavoro è semplice: scegli tra i tanti modelli di CV proposti, inserisci i tuoi dati e le tue informazioni e scarica subito il curriculum vitae. Facile, vero? Se però hai ancora domande su come utilizzare gli strumenti offerti da Jobseeker, o se vuoi capire quali siano i prezzi per creare un curriculum vitae efficace, potrai trovare tutte le risposte nella sezione delle domande frequenti. Se non troverai ancora risposta o se hai altri dubbi o suggerimenti, contattaci direttamente qui.

Hai altre domande per le quali non hai trovato una risposta? Controlla tutte le nostre Domande frequenti

Stupisci i datori di lavoro con il tuo CV

Una guida step by step per creare un curriculum vitae professionale in pochi minuti.

Modello di curriculum vitae Casual
Modello di curriculum vitae Rotondo
Modello di curriculum vitae Classico
Modello di curriculum vitae Lusso
Modello di curriculum vitae Verticale
Modello di curriculum vitae Orrizontale
Modello di curriculum vitae Moderno
Modello di curriculum vitae Elegante
Modello di curriculum vitae Semplice
Modello di curriculum vitae Metro
Modello di curriculum vitae Crono
Modello di curriculum vitae Professionale
Modello di curriculum vitae Casual
Modello di curriculum vitae Rotondo
Modello di curriculum vitae Classico
Modello di curriculum vitae Lusso
Modello di curriculum vitae Verticale
Modello di curriculum vitae Orrizontale
Modello di curriculum vitae Moderno
Modello di curriculum vitae Elegante
Modello di curriculum vitae Semplice
Modello di curriculum vitae Metro
Modello di curriculum vitae Crono
Modello di curriculum vitae Professionale
Modello di curriculum vitae Casual
Modello di curriculum vitae Rotondo
Modello di curriculum vitae Classico
Modello di curriculum vitae Lusso
Modello di curriculum vitae Verticale
Modello di curriculum vitae Orrizontale
Modello di curriculum vitae Moderno
Modello di curriculum vitae Elegante
Modello di curriculum vitae Semplice
Modello di curriculum vitae Metro
Modello di curriculum vitae Crono
Modello di curriculum vitae Professionale