Esempio di curriculum vitae per project manager

Esempio di CV per project manager

Il project manager si occupa di pianificare, coordinare e gestire progetti, supervisionando risorse, budget, tempi e obiettivi per garantire il completamento efficace e tempestivo delle attività. Così che il risultato finale sia in linea con le aspettative del cliente o dell’azienda. Un buon esempio di CV per project manager mette in luce tutte queste competenze (e altre ancora), in modo preciso, sintetico e accattivante: esattamente come illustriamo in questo articolo.

Le sezioni chiave da includere nel CV per project manager

La figura professionale del project manager è necessaria (e sempre più richiesta) in ogni settore che preveda la realizzazione di progetti e cioè, virtualmente, ovunque. Dalle start-up IT alle agenzie di marketing, dalle aziende di costruzioni alle organizzazioni no-profit.

Le informazioni da inserire nel CV del project manager variano molto a seconda della tipologia dei progetti, e ovviamente del grado di esperienza, ma per fare il punto è bene concentrarsi sui requisiti essenziali, come spiega nel dettaglio la norma UNI-ISO 11648, che definisce tutte le conoscenze e abilità relative all’attività professionale del project management descrivendone con minuziosa accuratezza le caratteristiche. 

Tenendo presente il quadro normativo italiano e l’attuale mercato del lavoro, vediamo quindi come impostare un CV da project manager completo ed efficace, che non dovrà superare le due pagine.

Dati di contatto e presentazione personale

Subito dopo i dati di contatto (nome, cognome, indirizzo email e numero di telefono, accompagnati dal link a un profilo social professionale), bisogna consentire al recruiter di capire subito chi sei e di che cosa ti occupi con una breve presentazione personale. Per esempio:

“Project Manager con oltre 8 anni di esperienza nella gestione di progetti complessi nel settore IT. Comprovata capacità di coordinare team multidisciplinari, pianificare e implementare con successo progetti software e garantire il rispetto dei tempi e dei budget assegnati. Esperto nella gestione delle comunicazioni con gli stakeholder e nell’affrontare le criticità grazie a un approccio resiliente e proattivo, fortemente orientato al risultato."

Tieni presente che avrai modo di approfondire altrove la descrizione del tuo profilo (come puoi vedere nella lettera di presentazione esempi project manager): qui invece bastano poche righe. Dopodiché dovrai dare spazio alle 3 sezioni chiave del curriculum project manager, che trovi qui di seguito. 

Esperienze lavorative

Per quali aziende, enti, organizzazioni hai lavorato? Per quanto tempo? Occupandoti di quali progetti e con quali risultati? La sezione dedicata alle esperienze professionali deve rispondere con chiarezza a queste domande e puoi organizzarla in “blocchi” di questo tipo, da disporre in ordine cronologico inverso (dal più al meno recente):

Gennaio 2021 - Dicembre 2023
HealthCare Innovation Srl, Cologno Monzese (Milano)
Project Manager

  • Gestione di progetti di implementazione dei sistemi informativi sanitari in strutture ospedaliere pubbliche e private.
  • Coordinamento delle attività tra reparti tecnici e clinici, pianificazione delle attività di formazione e supporto in itinere.
  • Verifica dell’idoneità dei sistemi alla sicurezza dei dati in conformità alle normative vigenti.
  • Riduzione del 25% dei tempi di gestione dei dati clinici.

Formazione

I percorsi di formazione e istruzione dei project manager possono essere molto diversi tra loro. Se hai un diploma di laurea in Ingegneria Gestionale o Economia (idealmente in Business Administration o Gestione d’Impresa), il tuo project manager CV non sfuggirà di certo all’attenzione di selezionatori e datori di lavoro.

Ma il project manager può aver avere anche una formazione tecnica settoriale in altri ambiti, oppure un background umanistico seguìto da master o corsi di formazione in project management. Ne esistono diversi, vengono rilasciati da enti di vario tipo e attestano in genere la conoscenza, di base o avanzata, di specifiche teorie di gestione dei processi, pratiche standard o tecniche di implementazione della produttività.

L’importante, come sempre, è riportare con precisione i dati evidenziando quelli più funzionali alla candidatura, incluse certificazioni e attestati di frequenza extra-curricolari. Per esempio:

2022-2023
Master in Management e Amministrazione d’Impresa
Università degli Studi di Milano

2019-2022
Laurea triennale in Business Administration
Luiss, Roma
Voto: 110/110 cum laude

2014-2019
Diploma di maturità scientifica
Liceo scientifico “I. Newton”, Rieti
Voto: 100/100 

Competenze

Tra le tante di cui deve disporre, quali sono le competenze che non possono mancare in un CV per project manager? Le tre indispensabili sono organizzazione, leadership e qualità comunicative.

Da queste derivano una pluralità di soft skill correlate, come la perfetta gestione del tempo e delle risorse (umane e finanziarie), la capacità di coinvolgere, monitorare, negoziare, abilità di team-building, problem-solving, gestione e valutazione di rischi e conflitti.

Il pacchetto di competenze tecniche, o hard skill, varia a seconda del settore di interesse, ma di norma deve includere la conoscenza dei principali software gestionali, delle normative di riferimento e delle lingue straniere. L’inglese è d’obbligo, se vuoi essere il leader di progetti internazionali, che coinvolgono partner e stakeholder all’estero, come sempre più spesso accade.

Hobby e interessi

Se hai molti anni di esperienza, le sezioni viste fin qui saranno più che sufficienti per completare il tuo CV project manager. 

Se sei all’inizio della tua carriera, puoi indicare un paio di attività che svolgi nel tempo libero, oppure esperienze extra-scolastiche o extra-lavorative, purché funzionali al profilo e alla candidatura.

Se, per esempio, pratichi yoga o meditazione, puoi sottolineare il valore che hanno nella gestione dello stress, mentre uno sport di squadra può attestare la tua capacità di agire in modo strategico nelle dinamiche di gruppo.

Consigli per scrivere un CV specifico per il ruolo di project manager 

Una volta messe a fuoco le informazioni da inserire nel tuo curriculum di project manager, non sottovalutare l’importanza della prima impressione, perché è sempre la più importante.

Pensa al CV project manager come se fosse un report di progetto: dovrà apparire ordinato, con una formattazione adeguata, font ben leggibili, parole chiave e titoletti in bold, spaziatura uniforme. Eventualmente (ma senza esagerare) un dettaglio grafico o un colore per rifinire il colpo d’occhio.

Un esempio? Se dai un’occhiata ai nostri modelli di curriculum vitae ne troverai ben più di uno (in abbinamento ai relativi modelli di lettera di presentazione). 

Sul fronte dei contenuti, cerca di non ridurre il CV a una successione di elenchi puntati: la sintesi è obbligatoria, ma ad alcune parti del documento puoi dedicare un po’ più di spazio argomentativo. Per esempio nel profilo iniziale, o nella descrizione delle esperienze di lavoro di maggior rilievo.

Detto questo tieni presente che spesso, soprattutto le grandi aziende, usano gli ATS (Applicant Tracking System) per la prima lettura del CV. Di conseguenza, è bene includere le parole chiave più verosimilmente associate al ruolo, che puoi dedurre dagli annunci di lavoro. Se sono richieste una determinata laurea magistrale, capacità di pianificazione in un certo campo, esperienza da team leader, e se ne disponi, fai in modo di inserirle.

Infine, non dimenticare di adattare il tuo CV da project manager alla candidatura: preparati a scrivere più versioni del curriculum, oltre ad aggiornarle con regolarità. E, se ti interessa ampliare le opportunità in ambito europeo o extra-europeo, scrivine anche una in inglese: un CV o resume per project manager professional, con tutti gli achievements e le skills del caso.

Un CV da professionista dell’organizzazione

Se hai seguito i consigli della nostra guida, hai tra le mani un CV per project manager da manuale, che include tutte le sezioni chiave, organizzate in modo strutturato e chiaro, come ci si aspetta da un professionista dell’organizzazione.   

Suggerimento ultimo (ma non per importanza): prova il nostro generatore di CV, e fai lo stesso per la lettera di presentazione. Sono strumenti pensati apposta per ridurre al minimo i tempi di stesura e ottenere sempre documenti professionali, pronti da salvare in formato pdf e inviare.

Fatti notare

Rendi la tua domanda di lavoro unica rispetto alle altre candidature.